Una Fossa nell’aria

Voci recitanti:
Anna Ruchat
Arianna Marano
Bruno Cerutti

Gianni Mimmo al sax soprano
Mariano Nocito al contrabbasso e violoncello

Lettura scenica di Anna Ruchat costruita sui testi dei diari di Victor Klemperer, un professore tedesco di cultura europea e di origini ebraiche che aveva sposato una donna ariana, s’era convertito, laico, alla fede protestante e aveva partecipato alla prima guerra mondiale, compiendo tutti i passi richiesti a un ebreo che volesse vedersi riconosciuta l’appartenenza al popolo tedesco.

I diari di Victor klemperer (1933-1945) sono la prima grande testimonianza della tragedia tedesca raccontata dall’interno da un ebreo privilegiato, ma nondimeno costantemente minacciato, che scruta il presente con occhio vigile, impietoso verso se stesso prima ancora che verso gli altri, sempre animato dalla ferma volontà di capire e di lasciare ai posteri un documento capace di colmare nel dettaglio le inevitabili lacune delle sintesi storiche.

“E’ perché i diari di Klemperer si configurano come un grandioso completamento a tutta la letteratura sulla Shoah, testimonianze, lirica, narrativa che si è pensato di realizzare questo montaggio dove la voce monotona del Professore funge da basso continuo, permettendo alla poesia, alla letteratura alla testimonianza dai lager di inserirsi con tutta la forza e l’intensità di un atto assolutamente individuale e irripetibile come lo è l’esistenza di ognuno ma anche con il monito e la forza paradigmatica di quell’ esperienza collettiva”.

http://www.myspace.com/fossanellaria

Un estratto della rappresentazione: